Privacy e Qualità

INFORMATIVA PRIVACY
Leggi qui sotto la nostra Informativa sulla Privacy in conformità al Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR) 2016/679.

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI
ai sensi dell’art. 13 del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 e del Regolamento Europeo 679/2016

Titolare del trattamento:
Il Titolare del trattamento dei dati forniti è Istituto Luigi Gatti con sede legale in Viale Fulvio Testi 280 a Milano e sede operativa in Viale G.B. Stucchi 64 a Monza.
Eventuali richieste di informazioni e/o chiarimenti circa il trattamento dei dati potranno essere inviante via mail al seguente indirizzo: istituto.gatti@apaconfartigianato.it e/o info@sicurezzabrianza.it .

Trattamenti effettuati e finalità
Istituto Luigi Gatti, in qualità di Titolare del trattamento, informa gli utenti che tutti i dati personali – compresi quelli riconducibili a categorie particolari, raccolti in conformità a specifiche disposizioni di legge – verranno trattati per le finalità istituzionali previste da specifiche disposizioni normative in ambito Sicurezza sul Lavoro e formazione specifica per settori, per fornire servizi o espletare funzioni direttamente connesse a tali finalità o per garantire il rispetto di obblighi di legge, oltre che per:
– Invio di informazioni sui servizi offerti da Istituto Luigi Gatti
– Invio di informazioni sulle novità della normativa in materia di Sicurezza sul Lavoro e per formazione specifica per settori;

Conferimento dei dati
Il conferimento dei dati è facoltativo, ma necessario per il raggiungimento delle finalità di cui sopra e la mancata disponibilità degli stessi non permette l’adempimento degli obblighi di cui sopra o la gestione amministrativa e contabile del rapporto.
Tutti i dati raccolti sono conservati in forma digitale sul server protetto del Titolare del trattamento o in copie cartacee idoneamente archiviate.

Tempo di Conservazione
I dati saranno conservati per il tempo necessario ad esplicare le finalità sopra riportate nel rispetto dei termini di legge, per il periodo corrispondente a necessità fiscali, contabili, amministrative, per documentare l’attività di Istituto Luigi Gatti e anche per rispondere alle necessità di recupero dati dell’interessato.

Comunicazione dei dati e ambito di diffusione
I dati non saranno oggetto di comunicazione o diffusione a soggetti terzi.
I dati non saranno trasferiti all’estero.

Base giuridica del trattamento
Il trattamento viene effettuato in base alla sussistenza del legittimo interesse in quanto esiste una relazione pertinente e appropriata tra l’interessato e il Titolare del trattamento che giustifica la compilazione di un data-base di raccolta dati.

Diritti dell’Interessato
Le viene riconosciuto e garantito il pieno diritto a chiedere al Titolare del trattamento l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi, nonché la limitazione o l’opposizione al loro trattamento, oltre al diritto alla portabilità degli stessi dati. Tale diritto può essere esercitato inviando una mail a istituto.gatti@apaconfartigianato.it e/o info@sicurezzabrianza.it .
Inoltre il Titolare interromperà il trattamento nel momento in cui pervenga da parte sua la comunicazione di revoca del consenso precedentemente manifestato.

Reclamo all’autorità di controllo
L’interessato ha diritto ad esporre reclamo presso l’Autorità di Controllo nel caso in cui le proprie richieste di informazioni rivolte al Titolare non abbiano determinato risposte soddisfacenti.
L’Autorità di riferimento è Il Garante per la Protezione dei dati personali:
http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/4535524

—————————————————————————————————————————

POLITICA DELLA QUALITA’
Consapevole della necessità di soddisfare con continuità le esigenze e le aspettative dei Clienti e delle Parti Interessate, l’Istituto Luigi Gatti mantiene e migliora un Sistema di Gestione impostato su una idonea “Analisi di contesto” al fine di garantire una continuità aziendale.
A tal proposito, si è reso necessario definire i propri valori fondanti:
• Soddisfare i bisogni formativo/orientativi di artigiani, aziende, disoccupati, personale interno, e cittadini extracomunitari;
• Interpretare con attenzione le esigenze dei settori di riferimento per pianificare un’offerta formativo/orientativa mirata;
• Pianificare e progettare attività di ricerca destinate ad Enti Locali, Amministrazioni Pubbliche, Associazioni, Unione Europea e Istituti di Ricerca;
• Pianificare, progettare ed erogare un’offerta di servizio di un livello qualitativamente elevato, attuando in modo sistematico e integrato tutte le azioni necessarie a tal fine.

Qualità è dunque lo “strumento” e il “metodo” individuato ed utilizzato dall’Istituto per tradurre in pratica e consolidare questi valori, nel pieno rispetto dei principi previsti dal codice etico e comportamentale, delle regole comportamentali previste dal Modello Organizzativo nonché dei requisiti normativi che disciplinano l’erogazione di interventi di formazione ed orientamento, assicurando i migliori risultati formativi ottenibili.

Qualità come “strumento” e “metodo” di organizzazione aziendale significa infatti:
• Definire i compiti e le responsabilità di ciascuno nell’ambito dell’organizzazione finalizzata alla pianificazione, progettazione, erogazione di interventi formativo/orientativi nonché rispettare tali compiti e responsabilità nella consapevolezza che gli esiti dipendono dalla capacità di ciascuno di impegnarsi a raggiungere gli obiettivi pianificati;
• Offrire qualità di prestazioni a condizioni competitive e di livello professionale di eccellenza e misurare la qualità delle prestazioni erogate anche attraverso il gradimento percepito di chi ne fruisce;
• Comprendere l’evoluzione continua delle esigenze tecnico -organizzative e tradurle in informazioni da diffondere all’interno della struttura dell’Istituto;
• Comunicare in modo efficace all’interno della struttura organizzativa le informazioni delle attività formativo/orientative svolte per condividerne obiettivi e risultati;
• Coordinare le diverse funzioni aziendali, interne ed esterne, affinché possano contribuire ad un continuo miglioramento della Qualità.

La propria continuità nel tempo è dunque garantita da un forte impegno della Direzione a prendere in considerazione i “rischi generali” (potenziali e reali) della propria quotidianità ovvero i “rischi specifici” per la propria struttura organizzativa.
Nell’ottica di attuare tale programma, la Certificazione del Sistema di Gestione per la Qualità vuole essere la conferma, riconosciuta da un Organismo terzo indipendente, della capacità di soddisfare le esigenze interne ed esterne con le quali l’Istituto si confronta quotidianamente.

Data: 30/06/2018